Sostieni il forum con una donazione! Il tuo contributo ci aiuterà a rimanere online!
Immagine

Laney HC50R da "viaggio"

...per cercare o proporre modifiche agli amplificatori
Rispondi
itzbloody
Neutrino
Neutrino
Messaggi: 3
Iscritto il: 10/05/2014, 13:01

Laney HC50R da "viaggio"

Messaggio da itzbloody » 10/05/2014, 13:04

Buonasera ragazzi! Mi sono appena iscritto, quindi innanzitutto mi presento: mi chiamo Cosimo, sono un chitarrista e mi sto pian piano avvicinando al mondo del DIY, con un progetto alquanto ambizioso.

Come da titolo: ho un amplificatore per chitarra (Laney HC50R non valvolare), vorrei poterlo portare in uno zaino e usarlo come una cassa portatile.
La domanda è: come lo posso alimentare? Consigli? Guide?

Grazie mille in anticipo! :ok_1:

Avatar utente
Kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7376
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Laney HC50R da "viaggio"

Messaggio da Kagliostro » 10/05/2014, 17:48

Ciao Cosimo

se intendi rendere l'ampli a batteria la cosa non è proprio così semplice

per prima cosa se continui ad alimentarlo a 220v e parti da batteria/batterie, ti serve un inverter e gli inverter non producono in uscita

una forma d'onda sinusoidale, ma più che sia una forma d'onda quadrata, che l'ampli potrebbe mal digerire suonando male

stando a questo manuale

http://pdf.textfiles.com/manuals/STARIN ... 0HC50R.pdf

il consumo a 220v è di 50W, per provare cosa succede alimentando con un inverter, puoi provare con un UPS da PC che eroghi più

di 50W di corrente

Un altro metodo potrebbe essere alimentare direttamente a batteria, ma per vedere se è fattibile anche in pratica, oltre che dal punto di vista teorico, servirebbe uno schema per vedere come stanno le cose

In ogni caso tieni presente che alimentare un amplificatore come quello a batteria, per avere un'autonomia tale da poterlo usare più di un paio di minuti, bisognerebbe usare delle batterie che per quanto scelte tra i tipi più performanti, avrebbero sicuramente un peso rilevante, cosa che fa a cazzotti con il poter trasportare il tutto in uno zainetto

K

itzbloody
Neutrino
Neutrino
Messaggi: 3
Iscritto il: 10/05/2014, 13:01

Re: Laney HC50R da "viaggio"

Messaggio da itzbloody » 10/05/2014, 18:21

Mmmm... Ho capito... più o meno... Non sono troppo ferrato in elettronica e simili ahah :mart:

Ma, invece, un amplificatore più piccolo? Che so, un 10w o un 15w...? Sarebbe possibile?

Avatar utente
Kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7376
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Laney HC50R da "viaggio"

Messaggio da Kagliostro » 10/05/2014, 18:29

Tutto si può fare, bisogna vedere se poi il peso è adatto all'idea di uso che ti sei fatto

vista l'alimentazione a batteria, forse sarebbe meglio un 5W per riuscire ad avere un'autonomia adeguata

K

itzbloody
Neutrino
Neutrino
Messaggi: 3
Iscritto il: 10/05/2014, 13:01

Re: Laney HC50R da "viaggio"

Messaggio da itzbloody » 10/05/2014, 20:38

Ah ok! Perché, praticamente, dalle mie parti fanno una festa in tutta la città, con negozi aperti e quant'altro. Casino in strada, e io volevo andare in giro con un ampli sulle spalle a mettere musica come si deve in giro! ahah

marcodelta
Diyer Aiutante
Diyer Aiutante
Messaggi: 93
Iscritto il: 19/06/2011, 18:43
Località: Arco (TN)

Re: Laney HC50R da "viaggio"

Messaggio da marcodelta » 10/05/2014, 22:12

Ciao, anche io mi sto organizzando per suonare con degli amici per strada e ora come ora ho provato con batteria per auto, inverter e combettino da 30watt. Il problema principale è il ronzio, comunque non troppo fastidioso, e poi l'ingombro...per portarlo in giro ho fatto un carrellino...occhio a tenere la batteria sempre dritta per evitare fuoriscite del liquido!

Devo ancora testare la durata, magari domani provo a vedere quanto tiene, per capire più o meno l'autonomia, ti faccio sapere come va.

Avatar utente
robi
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7315
Iscritto il: 17/12/2006, 13:57
Località: Alba

Re: Laney HC50R da "viaggio"

Messaggio da robi » 10/05/2014, 22:58

Controllate la tensione di alimentazione interna dell'amplificatore (dato che non è valvolare) e mettete in serie le batterie per alimentare direttamente l'ampli.

Consuma sicuramente meno e non fa nessuna ronza rispetto all'inverter.

Rispondi