Sostieni il forum con una donazione! Il tuo contributo ci aiuterà a rimanere online!
Immagine

Tecniche di debug avanzate cercasi

Discussioni di carattere generale sugli effetti analogici e non..
Avatar utente
SweeneyTodd
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 440
Iscritto il: 17/04/2016, 10:36
Località: Salento

Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da SweeneyTodd » 03/12/2017, 11:27

Ciao a tutti.
Costruisco pedali e piccoli ampli da un po' e ogni tanto è capitato che un circuito non funzionasse bene. Nel tempo ho imparato a cercare gli errori, trovarli e correggerli. In genere mi va bene.

Per chi ancora non lo sapesse io costruisco su stripboard. [icon_e_biggrin.gif]
Per scongiurare ogni possibilità di errore ad ogni passaggio faccio un controllo. Interruzione di traccia? Controllo col tester. Ponte? Controllo col tester. Saldatura di una resistenza? La misuro prima e dopo la saldatura. Saldatura di un diodo o un condensatore? Controllo se il reoforo è saldato alla board prima di tagliarlo. Saldatura cavi, potenziometri o switch? Controllo col tester.

Capita però qualche errore, e in quel caso:
- controllo che non ci siano contatti indesiderati tra le strisce tramite qualche sbavatura di stagno o tramite qualche punta di reofori che si toccano;
- che i punti interrotti non si siano congiunti in seguito a saldature vicine;
- che non abbia saltato interruzioni o ponti; che componenti e cavi siano saldati al posto giusto;
- misuro le resistenze;
- controllo il codice dei condensatori e il contatto;
- controllo l'effetto della resistenza dei potenziometri sulla board.
Ultimamente per scongiurare una saldatura in un posto sbagliato ho confrontato il lato saldature con il layout (specchiato).

A volte però tutto questo sembra non bastare. Il circuito ha qualcosa che non va e tuttavia sembra perfetto!

Quali sono le tecniche di debug avanzato che usate?
Come essere sicuri che le resistenze siano, oltre che del valore giusto, anche ben saldate sulla board? Io misuro non direttamente sulla board, ma toccando parti che dovrebbero essere in contatto con la resistenza. Se ottengo il valore giusto dovrebbe essere ok.
Con i condensatori, che il mio tester non può misurare, tocco un reoforo e un punto di contatto sulla board, se c'è continuità il reoforo è saldato.
Si possono misurare i voltaggi di transistor e integrati, ma ha senso se sai quali dovrebbero essere i voltaggi giusti.

Se tutto questo che è stato fatto sembra ok e fino ad ora l'errore non è stato trovato cosa si fa?

Avatar utente
kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7125
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da kagliostro » 03/12/2017, 14:12

Ciao

Domanda di non facile risposta, credo che ogni caso (di problema che non si riesce ad identificare) vada affrontato singolarmente a seconda del problema, non credo esista una panacea adatta a tutte le situazioni

---

Per il valvolare uno dei primi controlli da fare è la corrispondenza fra schema e layout seguito dalla spunta sul layout di ogni componente presente sulla board controllando anche i valori dei componenti installati

Immagine

Franco

Avatar utente
SweeneyTodd
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 440
Iscritto il: 17/04/2016, 10:36
Località: Salento

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da SweeneyTodd » 06/12/2017, 12:30

Grazie Franco! ;)

Bene o male quello che faccio adesso. Il problema è che ho due circuiti diversi dove il layout sembra coincidere perfettamente con le board, anche il
lato saldature.

Ho provato persino ad usare una sonda per vedere se il segnale passa da un punto ad un altro del circuito, non serve a nulla, perché nei due casi particolari il segnale passa, ma hanno problemi diversi nello specifico.

Altre tecniche per svelare componenti non funzionanti (che non mi è mai capitato di avere, per quanto ne sappia), o per regolarsi sui voltaggi, o altro?

Overdrive
Diyer Aiutante
Diyer Aiutante
Messaggi: 96
Iscritto il: 07/03/2015, 23:54
Località: Monza

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da Overdrive » 06/12/2017, 18:51

Ciao, se non hai idea delle tensioni di polarizzaZione (DC) nei vari punti del circuito (perché non pubblicate da altri, ad esempio) devi passare dal ricavartele o dai datasheet e curve di lavoro oppure da simulatore. Poi le verifichi sul circuito.

Ciao

Marco

alexradium
Diyer Eroe
Diyer Eroe
Messaggi: 631
Iscritto il: 07/06/2011, 14:18

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da alexradium » 06/12/2017, 18:52

è un pò quello che tutti i diyers sperimentano i primi tempi.
Sono dell'avviso che nell'audio è importantissimo avere almeno un oscilloscopio,per i pedalini può bastare anche quello cinese da 20 euro.
è l'unico modo per capire dove nasce il problema e capirne l'entità.
Per esperienza personale eviterei la stripboard se non per circuiti minimali a 1/2 transistor massimo,meglio imparare a fare uno stampato,non ci vuole molto e il risultato è sempre buono.
Importante avere una stazione saldante digitale,basta anche la 936 cinese.
Lo stagno corretto,di marca,max 0,5 mm.
Flussante.
Microscopio o visiera con lente ingrandimento e luce.
Un tester componenti cinese,meno di 10 euro,misura tutto,transistor,mosfet etc.
Alcool isopropilico.

ecco,più o meno con questo materiale si riduce al minimo gli errori di costruzione,dopodichè fare il debug è quasi una passeggiata.

Avatar utente
raf71
Diyer Eroe
Diyer Eroe
Messaggi: 823
Iscritto il: 12/08/2010, 17:24
Località: Pozzuoli (NA)

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da raf71 » 08/12/2017, 16:07

Per quello che mi riguarda, mi piace sapere come funzionano le cose.
Napoletani si nasce.....

Avatar utente
SweeneyTodd
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 440
Iscritto il: 17/04/2016, 10:36
Località: Salento

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da SweeneyTodd » 10/12/2017, 14:44

Per la mia esperienza, invece, con le stripboard mi trovo molto bene, anche con i circuiti un po' più grandi. E poi, anche se con i più grandi è più facile sbagliare gli errori sono sempre quelli, bisogna solo controllare più superficie, più cavi...
Mi sarebbe piaciuto, anche proprio partire, con i circuiti stampati, ma non ho spazi per lavorare o tenere troppi attrezzi, è più laborioso, e un tantino più costoso.

Penso di aver fatto sempre un buon lavoro con la mia stazione saldante presa da Musikding e lo stagno col flussante all'interno. Il multimetro non misura tutto tutto. Mi manca verificare i condensatori. Con quello è possibile verificare se sono danneggiati?

L'oscilloscopio non lo conosco per nulla. Mi informerò come posso.

Avatar utente
Kene
Diyer Aiutante
Diyer Aiutante
Messaggi: 87
Iscritto il: 12/08/2015, 17:32
Località: Torrazzacoste (PV)

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da Kene » 10/12/2017, 19:56

È da agosto che uso questo:
Immagine
L'ho preso su Amazon:
https://www.amazon.it/Multi-funzionale- ... oon+tester
a circa 30,00€ e ne sono soddisfatto per quello che ho speso!
Mi è molto utile per il recupero componenti,per provare i nuovi;
Una volta ho fatto un reso di un kit di ceramici perché la maggior parte era fuori tolleranza o
Interrotti.
Dato il prezzo non ci si aspetta chissà cosa,ma ci provo di tutto.
Un piccolo aiutino,direi!
:salu:
Diyer a pezzi!

Avatar utente
kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7125
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da kagliostro » 10/12/2017, 20:33

Per sapere se un elettrolitico è valido o no è la sua resistenza che deve essere misurata e valutata ed in effetti ogni tanto mi vien voglia di prendere un misuratore di ESR, ho un capacimetro (tra l'altro non permette di misurare elettrolitici molto grossi) ma poi la lettura, se non si ha l'ESR meter non è che conti moltissimo

Ho visto diversi di questi circuiti non molto dispendiosi, ma non so se poi le misure possano essere molto affidabili, un ESR meter ad uso professionale costicchia abbastanza, l'ESR70 costa 115€ + IVA (e probabilmente spese di spedizione) se non ancora di più se certificato ISO dove sale a 195€ + IVA (per fortuna a noi non serve sia certificato :face_green: )

https://it.rs-online.com/web/p/tester-lcr/6858791/

http://docs-europe.electrocomponents.co ... d73947.pdf

Mah, ci sto pensando su ......

Comunque piuttosto che essere senza .... meglio avere uno strumentino come quello di Kene, sicuramente un'idea dello stato del componente la darà e noi mica stiamo mandando missili con personale umano a bordo nello spazio

--

Con una cifra analoga so di qualcuno che si è preso un oscilloscopio formato mignon in Kit, ma comunque sempre utile in ambito audio

https://www.banggood.com/Orignal-JYE-Te ... ehouse=USA

http://ampgarage.com/forum/viewtopic.php?f=6&t=30762

https://www.youtube.com/watch?v=PsU9qwFVYHY

https://www.youtube.com/watch?v=yp2HpOyBXYQ

Franco

Avatar utente
SweeneyTodd
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 440
Iscritto il: 17/04/2016, 10:36
Località: Salento

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da SweeneyTodd » 10/12/2017, 20:43

Sembra carino. :numb1:

Ritornando ai due circuiti non funzionanti a dovere che ho, l'ultima cosa che non ho provato è sostituire i componenti uno per uno, in pratica quasi rifarlo daccapo.
Però è strano, in genere ho fortuna con i circuiti, gli errori sono solo di distrazione, e quindi un controllo me li fa uscire fuori. Ma ora... Se il layout e i valori dei componenti coincidono, se c'è tutto, cosa rimane da controllare?
Mi scoccia riordinare nuovi componenti e rifare tutto, magari si risolve e chissà cosa era andato storto, ma ho anche la paura di ottenere lo stesso deludente risultato. E a ritrovarmi con due schede belle pronte ma che non funzionano... la stima va a picco. :down: E mi dispiace anche per i soldi che ci spendo, anche se non tantissimi.

Avatar utente
kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7125
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da kagliostro » 10/12/2017, 20:50

............ Ma sei sicuro che il progetto di partenza funzioni ??

K

Avatar utente
SweeneyTodd
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 440
Iscritto il: 17/04/2016, 10:36
Località: Salento

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da SweeneyTodd » 11/12/2017, 10:03

Sono due layout verificati. Li ho pure controllati con lo schema, ho trovato un pot invertito rispetto al pedale originale e nell'altro un valore di un condensatore diverso (ma perché seguiva un altro schema), niente di rilevante. Un circuito suona senza effetto, l'altro poppa molto forte a ha poco volume.
:muro:

Avatar utente
kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7125
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da kagliostro » 11/12/2017, 10:36

Sono due layout verificati.
Quindi sei certo al 100% che i progetti di partenza funzionassero ?

OK che i layout che hai copiato corrispondono agli schemi di partenza, ma gli schemi di partenza sono testati e funzionanti ?

K

Avatar utente
raf71
Diyer Eroe
Diyer Eroe
Messaggi: 823
Iscritto il: 12/08/2010, 17:24
Località: Pozzuoli (NA)

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da raf71 » 11/12/2017, 11:57

Una cosa utile per il debug, a meno che non si abbia un oscilloscopio, è un audio-probe. Inietti un segnale audio nel circuito, tramite un cellulare o una qualsivoglia sorgente audio, e, schema alla mano, segui il segnale sul circuito.

Per costruirsi un audio-probe bastano:
Casse da pc economiche o un piccolo ampli del cavolo, io uso un eko per chitarra preso al mercatino delle pulci per 5€
puntale di un tester
condensatore 10nF 63V, 630V(se vuoi fare debug su ampli valvolari)
cavetto coassiale
coccodrillo

Da un lato del cavetto coassiale collega un jack, se hai un ampli, oppure lo colleghi al cavetto di ingresso delle casse, puoi saldarlo oppure prendere un jack femmina da 3,5mm se vuoi utilizzare le casse per altro.

All'altra estremità del cavo ci colleghi il condensatore, solo sul centrale. Lo schermo lo colleghi al coccodrillo tramite uno spezzone di filo normale. L'altro capo del condensatore lo colleghi al puntale del tester ed il gioco è fatto.

Saluti
Raffaele
Napoletani si nasce.....

Avatar utente
SweeneyTodd
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 440
Iscritto il: 17/04/2016, 10:36
Località: Salento

Re: Tecniche di debug avanzate cercasi

Messaggio da SweeneyTodd » 11/12/2017, 13:34

Ho usato di tanto in tanto un audio probe "volante" per sondare il circuito, proprio con i coccodrilli. Così ho trovato l'interruzione sul mio primo pedale, un condensatore saldato male. Il primo pedale, eh. Non conoscevo la dritta del condensatore.

Però è più complicato quando ci sono circuito un po' più complessi dove il circuito a qualche diramazione o loop, non so come chiamarli, nei miei due casi il segnale passa, ma non effettato. L'altra ha già l'effetto
In quello dove il segnale passa pulito senza effetto ho fatto delle mini prove facendo passare il suono in mini porzioni del circuito, un po' a caso. Non ho trovato interruzioni o qualcosa di sospetto. È un po' questo che intendevo per tecniche avanzate, cioè le sto provando tutte e me le sto inventando, chiaramente con i miei limiti. Come faccio a far saltare fuori l'errore in qualche modo?

Rispondi