Sostieni il forum con una donazione! Il tuo contributo ci aiuterà a rimanere online!
Immagine

Ampli con potenziometri motorizzati

Tutto ciò che riguarda l'elettronica digitale, dalla porta not al protocollo midi... e oltre!
Avatar utente
kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7343
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da kagliostro » 10/01/2014, 11:47

Sì, anche, o come qualcuno ha detto, dei pot doppi (se ci sono)

K

Avatar utente
delga
Diyer Eroe
Diyer Eroe
Messaggi: 523
Iscritto il: 07/02/2012, 23:37
Località: prov. di Teramo

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da delga » 10/01/2014, 13:52

inoltrando il modello stepper usato nel soldano-caswell, ho trovato questa pagina che, scrollando un pò in basso, spiega in maniera facilmente comprensibile la logica di funzionamento che sta prima e dopo lo stepper.

http://orientalmotor.com/products/stepp ... index.html


si parla del "basic step angle" ossia l'angolo minimo di rotazione.
ci sono stepper più o meno accurati, se così possiamo definirli, cioè con passo 0,36° o 0,72° o 0,9° 0 1,8°.
bisogna tener conto del passo in quanto la sequenza di impulsi inviati allo stepper faranno da fattore all'angolo minimo.

ad esempio, angolo base 0,72°, 100 impulsi inviati equivalgono a 72° di rotazione.
Immagine

poi c'è la parte che nel caso di un amplificatore per chitarra, risulta essere fondamentale: il feedback della posizione. in caso si girasse manualmente il potenziometro, quindi anche il motorino stepper, questo dovrebbe inviare un feedback al controller informandolo della sua nuova posizione, che dovrà essere tenuta in considerazione quando verrà calcolato il numero di impulsi successivamente.

Immagine

questo è quanto ho capito, sperando di non aver confuso niente.

in linea teorica risulta essere comprensibile. bisogna solo vedere se un unico controller ed un unico driver possono inviare segnali a più motorini contemporaneamente.

detto ciò, il prezzo di un singolo motorino stepper si aggira sui 38$..mentre se si guarda al package, con driver incluso, beh.........preferirei spenderli per costruire un bel clone ampeg 200watt con cassa a 6 coni :face_green:

delga

Avatar utente
delga
Diyer Eroe
Diyer Eroe
Messaggi: 523
Iscritto il: 07/02/2012, 23:37
Località: prov. di Teramo

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da delga » 10/01/2014, 14:24

ho trovato anche questo....

http://home1.stofanet.dk/hvaba/stepperv ... epper.html

finalmente qualche diyer che ha messo mano a controller e motorini passo passo con potenziometro.. :salu:

..si iniziano a vedere anche degli schemi e pcb layout :love_1:

delga

Avatar utente
kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7343
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da kagliostro » 10/01/2014, 15:19

Delga l'articolo pare molto interessante e diversi problemi risultano già risolti

chi volesse e ne abbia le capacità potrebbe usare questo progetto come base da sviluppare

---

Come curiosità

esiste un tipo di motore elettrico che va usato in coppia con uno omologo

questo tipo di motore (di cui non ricordo il nome) una volta cablato nel

giusto modo con il suo "partner" ha la caratteristica che quando il perno

del partner viene ruotato anche il suo perno ruota e si posiziona esattamente

nella stessa posizione, anni fa alle fiere se ne trovavano con relativa vacilità

ma ormai non ne vedo più in giro

K

Avatar utente
robi
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7293
Iscritto il: 17/12/2006, 13:57
Località: Alba

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da robi » 10/01/2014, 21:57

magnex93 ha scritto:
robi ha scritto:Il primo ampli di questo tipo è stato il Caswell/Soldano X99 negli anni 80.
Veramente uscì nei primi anni 90 ed è un preamp!
Mi piacciono quelli che insegnano ai gatti ad arrampicarsi. L'ho sempre fatto anche io!
Lo sviluppo è iniziato a fine anni ottanta, così come il primo prototipo. È stata fatta una prima commercializzazione ad inizio anni novanta ed una revisione del layout nel 94.

Cos'è un preamp?

Avatar utente
robi
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7293
Iscritto il: 17/12/2006, 13:57
Località: Alba

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da robi » 10/01/2014, 22:06

delga ha scritto:inoltrando il modello stepper usato nel soldano-caswell...
bel lavoro!!

Avatar utente
delga
Diyer Eroe
Diyer Eroe
Messaggi: 523
Iscritto il: 07/02/2012, 23:37
Località: prov. di Teramo

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da delga » 10/01/2014, 23:45

bel lavoro!!
:salu:

c'è anche il fender twin cyber! finale a stato solido, con preamp valvolare..

http://www.youtube.com/watch?v=OP2wGkGgnIc

i pot si muovono, andare al minuto 1 e 07...

poi ho trovato questi pot motorizzati "combo"...8 € su mouser....non male!
Immagine
http://it.mouser.com/ProductDetail/Bour ... /CDWd/lXY=


delga

Avatar utente
robi
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7293
Iscritto il: 17/12/2006, 13:57
Località: Alba

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da robi » 10/01/2014, 23:49

Sì, non tutti sono applicabili live: la latenza deve essere bassissima, quindi i motoriduttori non sono il massimo.

Caswell ha anche fatto la 39, sempre motorizzata.

Avatar utente
mlessio
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1243
Iscritto il: 02/12/2008, 17:59
Località: Alessandria

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da mlessio » 05/12/2014, 22:56

Riesumo questo post.

Lo faccio perchè ne parlavo col mio bassista un paio di giorni fa.

E lo faccio perchè sono molto interessato!

Premessa: per il lato software, ovviamente non c'è alcun problema. Lavoro mio.

Lato hardware, in un clone (diciamo jcm800 per citare un monocanale) il posto per i motorizzati si trova.
per capire la posizione attuale di un potenziometro ci sono due strade, ed entrambe fanno uso di convertitori DAC(es MCP3008):

1- se il pot è stereo, nessun problema. un pot controlla le normali funzioni, e l'altro varia un riferimento di tensione(diciamo 5v logici) dalla massa.

2- se il pot è mono(più economico) si può tentare di disaccoppiare un riferimento dalla massa da uno dei due contatti del pot, da dare in pasto al DAC.

In entrambi i casi il dac, in ogni momento fornisce l'esatta posizione del potenziometro. La soluzione 1 è più semplice lato software in quanto la calibrazione è una per tutti.
Nella soluzione 2 invece va fatta un po di calibrazione quando si costruisce l'amp.

Lista della spesa:
1- arduino mini (o un atmega328 per i più temerari) ~ €20
1- mcp3008 €3
6- pot motorizzati ( bass mid treble gain vol presence) diciamo a circa €15 cad.
12- litri di caffè per farmi scrivere il software
1- display €5
1- tastierino € 10

Non so a voi... Ma a me alletta un casino!!!!

Avatar utente
kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7343
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da kagliostro » 05/12/2014, 23:11

Non ricordo più esattamente come funzioni nel dettaglio la cosa

ma non sarebbe più semplice fare un circuito con dei pot da presettare e commutare tra l'uno e l'altro con dei relè ?

K

Avatar utente
mlessio
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1243
Iscritto il: 02/12/2008, 17:59
Località: Alessandria

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da mlessio » 05/12/2014, 23:14

Assolutamente no perchè qui le combinazioni diventano infinite.

Un monocanale come la 800, diventa davvero un amplificatore a 1000 canali. una eq per ogni pezzo. un volume per i soli. uno per gli arpeggi. uno per il funky.

Sto sbavando. :lol1:

Avatar utente
kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7343
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da kagliostro » 05/12/2014, 23:19

Ah, adesso ricordo il tipo di utilizzo

in effetti è molto interessante, ma servirebbe capirne di arduino et similia

K

Avatar utente
mlessio
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1243
Iscritto il: 02/12/2008, 17:59
Località: Alessandria

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da mlessio » 05/12/2014, 23:25

oppure basta che martino lo programmi e distribuisca il sorgente a pochi eletti tester! :)
:lol1:

Avatar utente
Da Ros
Diyer Esperto
Diyer Esperto
Messaggi: 341
Iscritto il: 13/06/2013, 21:22
Località: Prov. Belluno

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da Da Ros » 06/12/2014, 0:22

:hummm_1: ma dici usando pot motorizzati?
Non sò forse come dice Roby la latenza potrebbe essere un impiccio o forse un pregio dipende dai pezzi che si suonano. Magari il cambio da una sonorità ed un' altra con la latenza dei "motopot" potrebbe essere anche piacevole.
Certo Martino, che come la butti giù sembra sia un giochetto da ragazzi... :surpr:

C"

Avatar utente
kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7343
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Ampli con potenziometri motorizzati

Messaggio da kagliostro » 06/12/2014, 0:51


Rispondi