Sostieni il forum con una donazione! Il tuo contributo ci aiuterà a rimanere online!
Immagine

Schema di Grounding Ottimale

Problemi con un ampli? Esponili qui!
Avatar utente
mlessio
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1243
Iscritto il: 02/12/2008, 17:59
Località: Alessandria

Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da mlessio » 11/05/2012, 15:48

Visto l'enorme aiuto che mi è stato dato nel troubleshooting del mio clone della mesa, mi sembra doveroso nonchè utile scrivere due righe per riassumere brevemente come ho risolto i miei problemi di HUM e GROUND LOOP, ed ottenere così un amplificatore HI-GAIN quasi totalmente silenzioso!

I trucchetti che hanno risolto i miei problemi sono stati:

-Uno schema di grounding fatto con la testa(quella di Robi nel mio caso! :dance_1: )
-Alimentare i filamenti delle valvole di pre a 12VDC filtrando adeguatamente...
-Elevare la tensione dei filamenti rispetto alla massa dell'amplificatore.

Ora veniamo al primo punto...
Quello di cui ero convinto io, e che va assolutamente !!!SFATATO!!! è che la massa è tutta massa, che è identica in ogni punto, e che quindi il collegamento delle masse potesse essere qualsiasi...
SBAGLIATO!!!
La massa è la sorgente dalla quale provengono gli elettroni che compongono la corrente...
Per essere più chiaro, la corrente ha origine nella massa, e risale il percorso dei cablaggi fino all'utilizzatore...

Ora, come spiegato brillantemente su Aiken, immaginiamo il collegamento delle masse come un fiume... e immaginiamo che ogni cablaggio che porta massa ad una parte del nostro circuito sia un affluente di questo fiume...

Se il fiume va in piena, è possibile che una parte dell'acqua del fiume in piena si riversi negli altri affluenti, mischiandosi all'acqua originale...

Un ground loop è essenzialmente la stessa cosa: la corrente che viaggia verso stadi di amplificazione che richiedono una corrente elevata, va ad attraversare anche altri stadi, e quando attraversa stadi precedenti si crea il GROUND LOOP.

Ora come facciamo ad eliminarlo?

Semplice! dobbiamo fare in modo che i primi stadi siano i primi sul percorso della massa! in modo che quando essi richiedono corrente, quella destinata a loro non attraversi altri stadi prima di giungere a destinazione!

la logica è questa:
(la riassumo in punti per non diventare troppo dispersivo con le parole)

-Ogni stadio di guadagno deve essere collegato alla massa dei cap di filtro che lo alimentano.
-Ogni altra parte di circuito, ad esempio il tonestack, va collegata alla massa dello stadio di guadagno da cui non è galvanicamente isolata(ricordo che l'isolamento galvanico si ottiene con i condensatori di disaccoppiamento)
-I cap di filtro devono avere le masse collegate in cascata tra di loro, e non mischiate assolutamente.
-La massa generale, viene collegata allo chassis in un unico punto, che parte dalla massa dei cap che alimentano il primo stadio di guadagno( QUESTO è IMPORTANTISSIMO!!! )
-Il collegamento a terra dell'impianto deve essere collegato allo chassis in un punto diverso da dove abbiamo collegato la massa generale del nostro amplificatore.

Adesso la parte pratica...

-Usiamo solo JACK DI PLASTICA... e colleghiamo la loro massa a quella del primo Rk/Ck, ovvero sulla massa che va al catodo del primo stadio.
-La massa di tutti gli stadi va ai cap che filtrano la loro anodica(NB esattamente su quei CAP, non sul bus)
-Le uniche masse che possiamo collegare allo chassis sono quelle dei cavi schermati, dove non passa corrente.
-La massa della PI va allo stadio che la alimenta, o alla massa dei cap che alimentano il B+ che va al TU
-La massa dei jack di uscita, va collegata solo se il nostro finale usa il NFB(in quanto eroga mooooolta corrente) altrimenti possiamo lasciarla isolata dalla massa generale.
- la massa delle valvole finali va ai cap che alimentano il B+ del TU
-La massa del circuito del BIAS va ai cap che alimentano il B+ del TU

Credo sia tutto per quanto riguarda lo schema di grounding...

Ah, dimenticavo! non usate cavi con diametro ridotto!!! Ricordo che più il cavo è piccolo, maggiore è la sua resistenza! e la nostra massa non sarà felice di questo!

Allego lo schema che mi ha passato il nostro buon Robi che mi ha chiarificato molto le idee!

Spero sia utile a tutti voi!

Nel prossimo post, tratteremo l'alimentazione delle valvole di pre in DC...

:ciao: :ciao:
Allegati
groundscheme.jpg

Avatar utente
robi
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7315
Iscritto il: 17/12/2006, 13:57
Località: Alba

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da robi » 11/05/2012, 15:57

mlessio ha scritto:-Uno schema di grounding fatto con la testa(quella di Robi nel mio caso! :dance_1: )

Allego lo schema che mi ha passato il nostro buon Robi che mi ha chiarificato molto le idee!
Faccio due precisazioni, quello schema me lo ha passato Joey di Sloclone, però vorrei approfondire i vari motivi di tale schema (occhio che i condensatori del bias sono al contrario!).

..o meglio, vorrei che ci ragionassimo tutti insieme, come sapete se ci si mette la testa ce lo si ricorda molto di più piuttosto che leggerlo. ;)

Avatar utente
mlessio
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1243
Iscritto il: 02/12/2008, 17:59
Località: Alessandria

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da mlessio » 11/05/2012, 15:59

Confermo!

Ragionarci e capire è il modo migliore per fare cose sensate!!!

Avatar utente
robi
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7315
Iscritto il: 17/12/2006, 13:57
Località: Alba

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da robi » 11/05/2012, 16:10

Sì, solo che di solito scappano tutti nell'attesa che qualcuno scriva. :face_green:

Avatar utente
Vicus
Braccio destro di Roger Mayer
Braccio destro di Roger Mayer
Messaggi: 1848
Iscritto il: 15/07/2007, 18:43
Località: Rossano Veneto VI

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da Vicus » 12/05/2012, 12:01

Ottimi consigli che terrò presenti. Utilissimi nel caso si costruiscano ampli da zero mentre nel caso si modifichino ampli su pcb dipende da quanto è buono il progetto iniziale.

Avatar utente
Fix_Metal
Braccio destro di Roger Mayer
Braccio destro di Roger Mayer
Messaggi: 1955
Iscritto il: 28/07/2008, 3:44
Località: Bergamo
Contatta:

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da Fix_Metal » 12/05/2012, 12:18

Dovrò fare la prova del 9 circa i filamenti in DC sul mio Screamer, prima o poi. Tu hai messo pure i filamenti delle finali a 12VDC o solo il pre?
Elevare la tensione dei filamenti rispetto alla massa dell'amplificatore.
Mica ho capito questo...
Ogni altra parte di circuito, ad esempio il tonestack, va collegata alla massa dello stadio di guadagno da cui non è galvanicamente isolata(ricordo che l'isolamento galvanico si ottiene con i condensatori di disaccoppiamento)
Pure questo non mi è chiaro.

Avatar utente
Hades
Roger Mayer Jr.
Roger Mayer Jr.
Messaggi: 2615
Iscritto il: 10/09/2008, 11:56
Località: Carpi (MO)

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da Hades » 25/05/2012, 12:41

Splittato l'argomento perche' era diventato un altro topic... Cosi' non bisticciamo piu'! :lol1:
Live another day, climb a little higher, find another reason to stay...

Avatar utente
jimmy_ver2.0
Diyer Eroe
Diyer Eroe
Messaggi: 527
Iscritto il: 16/12/2010, 13:09
Località: Perugia

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da jimmy_ver2.0 » 03/04/2014, 9:16

Riprendo questo vecchio thread per cercare di fare il punto sui vari metodi di grounding e cercare di capire assieme a tutti quale è la scelta migliore.

In primo luogo vorrei parlare delle connessioni allo chassis.
Mi sembra opinione condivisa da più o meno tutti che le connessioni a chassis sono due:
- la terra del connettore IEC di alimentazione va messa a chassis in un punto vicino al connettore stesso.
- lo star ground del circuito va messo a chassis in un punto diverso dal precedente e qui la prima domanda: alcuni mettono a chassis in un punto vicino allo star ground stesso, altri (tipo ax84) consigliano di mettere a chassis partendo dal jack di ingresso in un punto vicino al jack.

io ho provato entrambi le soluzioni e funzionano tutte e due.

Opinioni?
Consigli?

Avatar utente
Kagliostro
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7376
Iscritto il: 03/12/2007, 0:16
Località: Prov. di Treviso

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da Kagliostro » 03/04/2014, 12:33

In effetti le scuole di pensiero sono più di una

in caso di problemi su una realizzazione (che sia stata realizzata a dovere, altrimenti un debug potrebbe anche risolvere)

si cerca di andare verso una delle variazioni sul tema, nella speranza che risolva

Ciao

K

MapleMarco
Roger Mayer Jr.
Roger Mayer Jr.
Messaggi: 2598
Iscritto il: 02/06/2012, 14:22
Località: Mirano (VE)

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da MapleMarco » 03/04/2014, 20:08

Io, nel mio piccolo, uso tre punti di connessione allo chassis.

uno per la messa a terra della presa di rete
uno per i filamenti in 6,3 alternati (ove presenti)
uno per tutto il resto (ovviamente a cascata...ogni parte fa massa sul negativo del suo cap e poi tutti i negativi vanno a massa in questo punto)


mai avuto problemi ed ormai questa soluzione per me è un must!

riferendo le alternate dei filamenti a massa assieme alla massa del resto mi è capitato di ottenere più brusio (livelli minimi e sui canali high gain...ma giusto perchè siamo pignoli.....)
CHE DIO B'ASSISTA!

Avatar utente
jimmy_ver2.0
Diyer Eroe
Diyer Eroe
Messaggi: 527
Iscritto il: 16/12/2010, 13:09
Località: Perugia

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da jimmy_ver2.0 » 03/04/2014, 20:21

Grazie Maple,
quando dici filamenti intendi il nodo comune delle due resistenze da 100 ohm collegate alla 6.3 vero?

Per quanto riguarda la 6.3, Ax84 propone un'altra soluzione:
negli amp push-pull tipo il 4-4-0 attacca uno dei filamenti ad un partitore che viene dall'anodica. La tensione in quel punto è circa 62V.
Cosa ne pensate?

MapleMarco
Roger Mayer Jr.
Roger Mayer Jr.
Messaggi: 2598
Iscritto il: 02/06/2012, 14:22
Località: Mirano (VE)

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da MapleMarco » 03/04/2014, 20:41

elevated heaters...

nulla di nuovo, è comunissimo nelle SLO, ed è una soluzione che piace molto a robi mi par di ricordare :face_green:


insomma, se non si vuole mettere il pre in continua e stabilizzata, elevare la massa dei filamenti è una buona cosa...
io d'ora in poi faccio il pre in stabilizzata ed il finale con la massa elevata....giusto per non farmi mancare nulla :face_green:
CHE DIO B'ASSISTA!

Avatar utente
robi
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7315
Iscritto il: 17/12/2006, 13:57
Località: Alba

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da robi » 26/04/2014, 11:36

Sì, io trovo suoni meglio il pre coi filamenti riferiti ad una tensione di circa 40-50V rispetto ai filamenti in dc. Inoltre aiuta le pre a reggere meglio la tensione catodo-filamento nel caso di inseguitori di catodo con tensioni di alimentazione sopra i 250-300 V.

Avatar utente
Maxi
Diyer
Diyer
Messaggi: 113
Iscritto il: 24/10/2011, 14:36

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da Maxi » 06/05/2014, 15:25

robi ha scritto:Sì, io trovo suoni meglio il pre coi filamenti riferiti ad una tensione di circa 40-50V rispetto ai filamenti in dc. Inoltre aiuta le pre a reggere meglio la tensione catodo-filamento nel caso di inseguitori di catodo con tensioni di alimentazione sopra i 250-300 V.
Ciao Robi... io avevo provato ad attuare la modifica elevated heater sulla SLO che ho assemblato seguendo le modifiche dello SLO forum ma il rumore grrrrrrr mi aumentava vertiginosamente .
Ho collegato il CT dei filamenti allo chassis e il rumore è sparito :ohhh:
E' possibile?

Avatar utente
robi
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7315
Iscritto il: 17/12/2006, 13:57
Località: Alba

Re: Schema di Grounding Ottimale

Messaggio da robi » 06/05/2014, 17:25

É successo anche ad altri in passato.
Secondo me è dovuto ad altri problemi di massa che così vengono enfatizzati.

Io con le masse messe bene a posto non ho mai avuto problemi ed anzi, i rumori si azzerano.

Rispondi